Le recensioni della Rossa per Thriller Café: SICILY CRIME di Ivo Tiberio Ginevra

apr 16, 2013 No Comments by

“Compà, é meglio che te la prendi a ridere perché quello che c’é dentro il taxi é davvero scioccante. Stavo vomitando anch’io e di cadaveri ne ho visti un sacco” (pag. 182)

SOTTOLINEATO perché … ci riverbera quale sia per l’Autore il significante dell’uso dell’ironia.

“No, niente…così, tanto per essere sicuri.” (pag. 392)

CASSATO perché … é l’ultimissima frase del libro e mi dispiace che sia già finito!

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Cari Amici della Rossa e della buona letteratura gialla,

sappiate che al Thriller Café vige una regola ferrea: a chiunque di noi capiti di trovarsi al banco a mescere è proibito fare sconti o favoritismi di sorta. E se il caso poi volesse che – come per Sicily Crime - chiedesse da bere un frequentatore abituale del Café, beh, a quel punto nella recensione … sarebbe trattato come merita!

Nella mia personalissima classifica delle copertine più azzeccate, questa di Sicily Crime è sicuramente al vertice perché racchiude tutti gli elementi di fine sarcasmo che contraddistingue la seconda indagine del Commissario Falzone di Ivo Tiberio Ginevra, primo fra tutti la scelta stessa dell’oggetto (croce e delizia delle investigazioni), subito seguita dalla scritta in stampatello, volutamente simile alle celeberrime scritte nere su nastro giallo della polizia americana. Ma altro che America, perché questa è una investigazione italianissima, anzi sicilianissima, condotta con perizia – ma con brio! – dagli uomini del Commissariato di Scrafani.

In equilibrio costante tra dramma e risata, quindi, Ivo Tiberio Ginevra ci regala una pietanza ricca che sono sicura risulterà molto gradevole alla prova dei palati fini degli intenditori del Thriller Café.

Buona lettura (e buon divertimento) dalla Rossa!

Recensioni

About the author

Monica Bartolini è autrice di romanzi e racconti gialli, declinati in tutte le gradazioni di noir. Esordisce nel 2008 con il romanzo Interno 8, primo episodio dedicato al Maresciallo Nunzio Piscopo, che torna protagonista nel romanzo finalista al Premio Tedeschi nel 2011 Le geometrie dell'animo omicida. Con il racconto Cumino assassino ha vinto il Gran Giallo Città di Cattolica, nell'ambito della XXXVII edizione del MystFest, dopo aver collezionato numerosi piazzamenti a concorsi di narrativa gialla, tra cui spiccano "Giallocarta" e "Carabinieri in Giallo 3" con Tanti auguri, maresciallo!, "Gran Giallo a Castelbrando" (seconda classificata con Al comma 4 dell'art. 612-bis), "Crime Story Slam" (finalista con Le abissali frustrazioni di un serial killer) e Premio speciale della Giuria di "Delitto d'autore" con il racconto Secondo grado. Nel giugno 2010 ha anche pubblicato con Colosseo Editore un libro di narrativa dal titolo Ti ricordi, amore mio?, quindici racconti sul tema del ricordo, concepiti come preziose didascalie a foto scattate dalla stessa autrice. Attualmente è in libreria la sua ultima fatica, un libro di racconti gialli storici dal titolo Persistenti tracce di antichi dolori, edito da I Buoni Cugini Editori. Collabora alla diffusione del "morbo giallo" con recensioni per i siti Thriller Café e WLibri e con l'adesione al progetto Piccoli Maestri, andando a leggere i suoi libri preferiti nelle scuole italiane.
No Responses to “Le recensioni della Rossa per Thriller Café: SICILY CRIME di Ivo Tiberio Ginevra”

Leave a Reply