Le recensioni della Rossa per Thriller Cafè: UN SEGRETO NON E’ PER SEMPRE di Alessia Gazzola

mag 24, 2012 No Comments by

Immagino le ore che hanno preceduto quel terribile gesto, a casa, disperata per l’ennesimo abbandono, che comincia a elaborare l’idea. Non gliene frega più niente di nessuno, vuole soltanto spegnersi. Afferra una lametta, incide, una volta, due volte, affonda. Il suo sangue scende via, le sporca le braccia, i vestiti, il pavimento. E lei piange, da sola, infelice, rassegnata. Piange fino a che i sensi non l’abbandonano. Mentre io dormo, mentre il padre cena fuori con la compagna, mentre la madre guarda la tv, mentre Lars Mikkelsen prende il volo per Oslo,mentre Arthur scrive pezzi in qualche parte del mondo, lei cerca di lasciare tutti noi senza la sua irrinunciabile vita (pag. 167)

SOTTOLINEATO perché …. viene resa con grande vividezza la solitudine del suicida, a contrasto con la vita che prosegue del resto della famiglia, inconsapevole ancora della tragedia che sta per compiersi.

Googlo Olivier Volange e divoro tutto ciò che lo riguarda, con il cervello in fermento (pag. 199)

CASSATO perché… ammesso che possa considerarsi tale, Googlo è un neologismo da brivido!

***************************************

  

Cari amici della Rossa e della buona letteratura gialla,

oggi su Thiller Café troverete la recensione del secondo libro di Alessia Gazzola.

Un segreto non è per sempre è un libro che probabilmente non soddisferà appieno gli amanti del genere medical thriller, ma ciò non significa che sia un cattivo libro, anzi: è ben scritto, godibile, ironico e tecnicamente ineccepibile.

E’ proprio nel suo essere non convenzionale – e quindi originale – che secondo me trae la sua forza. E se i lettori lo approcceranno senza porre come pietra di paragone il tandem Kay Scarpetta-Patricia Cornwell, forse si divertiranno anche. Già, perché Alice Allevi, la protagonista del romanzo, è davvero un personaggio simpatico.

Buona lettura e a prestissimo!

Recensioni

About the author

Monica Bartolini è autrice di romanzi e racconti gialli, declinati in tutte le gradazioni di noir. Esordisce nel 2008 con il romanzo Interno 8, primo episodio dedicato al Maresciallo Nunzio Piscopo, che torna protagonista nel romanzo finalista al Premio Tedeschi nel 2011 Le geometrie dell'animo omicida. Con il racconto Cumino assassino ha vinto il Gran Giallo Città di Cattolica, nell'ambito della XXXVII edizione del MystFest, dopo aver collezionato numerosi piazzamenti a concorsi di narrativa gialla, tra cui spiccano "Giallocarta" e "Carabinieri in Giallo 3" con Tanti auguri, maresciallo!, "Gran Giallo a Castelbrando" (seconda classificata con Al comma 4 dell'art. 612-bis), "Crime Story Slam" (finalista con Le abissali frustrazioni di un serial killer) e Premio speciale della Giuria di "Delitto d'autore" con il racconto Secondo grado. Nel giugno 2010 ha anche pubblicato con Colosseo Editore un libro di narrativa dal titolo Ti ricordi, amore mio?, quindici racconti sul tema del ricordo, concepiti come preziose didascalie a foto scattate dalla stessa autrice. Attualmente è in libreria la sua ultima fatica, un libro di racconti gialli storici dal titolo Persistenti tracce di antichi dolori, edito da I Buoni Cugini Editori. Collabora alla diffusione del "morbo giallo" con recensioni per i siti Thriller Café e WLibri e con l'adesione al progetto Piccoli Maestri, andando a leggere i suoi libri preferiti nelle scuole italiane.
No Responses to “Le recensioni della Rossa per Thriller Cafè: UN SEGRETO NON E’ PER SEMPRE di Alessia Gazzola”

Leave a Reply