Il sistema logico-deduttivo al servizio dello chef del Bistrot

feb 27, 2012 3 Comments by

Carissimi amici della Rossa e della buona letteratura gialla,

è con immenso piacere che vi comunico che il mio racconto LASCIAMI INDOVINARE! è finalista al Concorso letterario “Image Le Bistrot 2011“, organizzato da Officine Wort, in collaborazione con il Ristorante Le Bistrot di Dozza Imolese (Bo), il settimanale Sabato Sera di Imola, l’Azienda Vinicola Gandolfi e la Bacchilega Editore.

Quando lessi il bando di concorso rimasi subito colpita dall’originalità di questo Premio: le modalità di selezione dei racconti e le votazioni successive mi sembravano estremamente creative e stimolanti, ma (c’è sempre un ma quando le cose sono troppo affascinanti!) … il premio non era dedicato alla narrativa gialla. A che titolo, quindi, la Rossachescrivegialli avrebbe potuto partecipare?

Semplice! Mettendo in campo, ops!… in pentola il sistema logico-deduttivo e inscenando una piccola indagine su alcune zucchine julienne non scomparse e un piatto rientrato in cucina troppo velocemente. La ricetta dell’investigazione è la seguente: un’idea originale, 4-5 personaggi ben delineati, mezzo chilo di parole pregnanti, un etto di punteggiatura di qualità, un cucchiaio di divertimento, una manciata abbondante di professionalità e un pizzico di sale in zucca.

Vi ho incuriosito abbastanza? Ottimo!

Leggete allora  il racconto e, se davvero  vi fosse piaciuto, mandate una mail all’indirizzo imagelebistrot@officinewort.it . Con il vostro voto da casa, unito a quello degli avventori del Ristorante Le Bistrot, potrei raggiungere la finalissima di giugno.

Ringrazio fin d’ora chiunque voglia regalarmi la sua preferenza!

A prestissimo con gli aggiornamenti della gara!

Concorsi letterari

About the author

Monica Bartolini è autrice di romanzi e racconti gialli, declinati in tutte le possibili gradazioni di noir. "Interno 8" (Albatros-Il Filo editore, 2008) è stato il suo primo romanzo edito. Ha collezionato numerosi piazzamenti a concorsi di narrativa gialla, tra cui spiccano "Giallocarta", "Carabinieri in Giallo 3" ("Tanti auguri, maresciallo!" è stato pubblicato sul Giallo Mondadori n. 3009 a luglio del 2010) e "Gran Giallo a Castelbrando". Con il racconto "Cumino assassino" ha vinto il Gran Giallo Città di Cattolica, nell'ambito della XXXVII edizione del MystFest. Nel giugno 2010 ha anche pubblicato con Colosseo Editore un libro di narrativa dal titolo "Ti ricordi, amore mio?", quindici racconti sul tema del ricordo, concepiti come preziose didascalie a foto scattata dalla stessa autrice. Il numero 3019 dei Gialli Mondadori del 2/12/2010 contiene al suo interno il racconto vincitore a Cattolica "Cumino assassino", giudicato dalla Giuria "il miglior racconto giallo di ambientazione italiana dell'anno". Nel 2011 con il racconto "Al comma 4 dell'art. 612-bis" ha guadagnato la seconda posizione nella finale per la II edizione del Gran Giallo a Castelbrando. E' stata finalista al Premio Tedeschi 2011 con il romanzo "Le geometrie dell'animo omicida", pubblicato nel 2013 da Scrittura & Scritture. E' membro dell'Associazione Piccoli Maestri, una scuola di lettura per i ragazzi.

3 Responses to “Il sistema logico-deduttivo al servizio dello chef del Bistrot”

  1. Roberta Galafati says:

    Cosa dire alla Rossa che scrive gialli sulla sua ultima fatica “Lasciami indovinare” finalista al Concorso letterario “Image Le Bistrot 2011″. E’ un breve racconto che si legge tutto d’un fiato, divertente, pregnante e soprattutto originalissimo sia nella storia che nella costruzione del testo. Non ha rivali. Come al solito sai sempre distinguerti. Complimenti Monicucci!!

  2. max.graz says:

    Particolare il tipo di concorso, ma soprattutto l’idea della scrittrice di una curiosa indagine nel mondo della cucina.
    Un racconto così dimostra che possono bastare anche poche righe per essere rapiti…

  3. Ada says:

    Un racconto delizioso da gustare … in un boccone!
    Davvero originale, brava, come al solito.

Leave a Reply